LOADING*

Digita per cercare nel sito

RI-CONOSCENZA

RI-CONOSCENZA

Share

Furono perseguitate e disperse  Quelle Donne che danzavano e cantavano in onore alla Luna Che accoglievano e salutavano le Stagioni riconoscendosi parti di ogni Ciclo Vivente. A Loro non servivano tetti ma curavano nella Foresta

circondate dalla sicurezza di Alberi maestri e dai consigli degli Uccelli Non escludevano nulla e ascoltavano il Silenzio, ricavandone formule e Idee. Riconoscevano la Divinità ovunque, in ogni piccolo angolo della Creazione

Nei deserti come nei boschi, nei ruscelli come nei fumi impetuosi.

Non avevano paura degli animali ma degli Umani Si prendevano cura degli Altri con rimedi naturali esistenti da millenni e d Eoni . Sì, L riconoscevano la Perfezione in ogni forma Nella solidità delle pietre Nel gioco di un bambino Nel sorriso di un anziano Nel profumo dei fiori a primavera

Nei tramonti rossi di autunno

Nella soffice tana sotto la neve d’inverno

nel linguaggio degli animali  ed in se stesse.

Le parole di un Cuore e corpo consacrati all’Invisibile.

L’Invisibile prestava la sua Voce alla Carne

La Carne prestava la sua Voce all’Onnipotente.

La loro Missione era l’Imparare, il Ri- conoscere, la Connessione.

Loro erano Soma e Aura e ne celebravano l’Unità.

Oggi Esse celebrano il Filo che le riunisce in tutte le città e le foreste

Un Profumo

Una Scia di arcobaleno che riconoscono

E senza spiegazioni conoscibili Esse si avviano di nuovo.

Con il sorriso nel Cuore e la Mente aperta al Viaggio della Ri-conoscenza Antica.

 

Eva Polignano

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *