Reiki  Energia Vitale Universale di Mariacristina Guardenti   | Il Cammino dell'Anima - Psyche, Neshama, Atman
LOADING*

Digita per cercare nel sito

Reiki  Energia Vitale Universale di Mariacristina Guardenti  

Reiki  Energia Vitale Universale di Mariacristina Guardenti  

Share

“Questo mio grande spirito ha scelto un corpo e una mente limitata e in questa mente non riesco ad espandere tutta la mia sapienza quindi mi inchino al volere divino e cerco di capire e fare ciò che riesco dando il meglio di me”   M. G.

Metodica  di guarigione Bio-naturale, Disciplina spirituale che si sviluppa su più livelli, Tecnica di rilassamento psico-fisico, procedimento naturale che libera tensione verso l’Assoluto, Sacralità laica.

La scienza ci insegna che tutto l’Universo è ENERGIA in perfetto equilibrio, in perfetto movimento e regolamentato da leggi cosmiche naturali ben precise. Questa ENERGIA scorre e fluisce continuamente dando origine al mondo così come noi lo conosciamo. Tutto è ENERGIA, tutto viene pervaso da questo continuo “flusso” di vita inarrestabile e dinamico che ognuno di noi recepisce soggettivamente filtrandola attraverso diversi livelli di densità energetica che interagiscono tra loro: i chakra(centri di energia), i nadi (canali di energia) e l’aura(campo di energia intorno al corpo).
Reiki si compone di due sillabe: REI e KI. REI descrive l’aspetto illimitato ed universale di questa ENERGIA, mentre KI è ogni parte individualizzata del REI, ovvero la Forza Vitale che ha preso una specifica forma  e permea individualmente tutto ciò che esiste, Se il REI è ENERGIA Universale che tutto permea,  il KI è la ENERGIA  Interiore,  la Forza Vitale che scorre nel corpo.
L’unione del REI con il KI da origine alla parola REIKI che viene utilizzata per definire sia la disciplina sia  la pratica che l’ENERGIA utilizza (da notare che è l’ENERGIA che utilizza  e non viceversa).

Chi agisce nello spirito del REIKI dovrebbe anche comprendere l’importanza estrema di un uso cosciente dell’energia e di conseguenza salvaguardare l’esigenza di consapevolezza che un cammino energetico comporta.

L’individuo reso canale attivo Reiki attraverso l’armonizzazione di Primo Livello potrà sperimentare gli effetti dell’ENERGIA in diversi modi facendo esperienza nel tempo di una sensibilizzazione crescente e consapevole. Il naturale processo di sensibilizzazione attivato dal REIKI ha evidenza soggettiva che aderisce al grado di apertura mentale e di cuore manifestato personalmente da ognuno: umiltà equilibrio e rispetto contraddistinguono gli individui che si accingono a divenire “tramiti” dell’ENERGIA VITALE UNIVERSALE.

Poi se vorrà e se il suo cammino lo prevede chi ha avuto l’armonizzazione del Primo Livello potrà richiede al Maestro la possibilità di accedere al Secondo Livello e poi gradatamente al Terzo Livello e al Quarto Livello detto Master . In alcuni orientamenti si prevedono solo Tre Livelli ed in altri più di Cinque Livelli, rimane una costante auspicabile il trovare un buon Maestro Reiki  che ispiri fiducia e responsività una persona che possa dare contemporaneamente protezione e stimolo nell’ intraprendere una strada così “laicamente sacra”.

Reiki è certamente una disciplina, una tecnica essendo caratterizzata da: precisi procedimenti codificati e trasmessi da Maestro a Maestro e da Maestro ad Allievo; da cerimonie di “Attivazione” che armonizzano la persona in sequenza e secondo un preciso ordine in un tempo definito inalterabile e non modificabile; da una serie di pratiche tecniche e ripetibili per la trasmissione dell’ENERGIA; da regole e precetti di ordine fisico e morale; da una  educazione giornaliera al trattamento di sé stessi
( l’autotrattamento ) che permette una connessione sempre più profonda con la dimensione spirituale; da una crescita personale intima aperta e tollerante verso ogni pratica ed essere umano che passa attraverso la pratica Reiki.
La filosofia del Reiki si posa sulle fondamenta delle filosofie orientali cinesi e giapponesi che avendo carattere preminentemente pratico e operativo sono inserite nel qui e ora del quotidiano vivere.  Reiki è certamente una Filosofia di Vita che secondo la tradizione orale conosciuta in Occidente vede il fondatore di questa disciplina in un Monaco cristiano nato in Giappone nella seconda metà del XIX secolo, Mikao Usui.

Nel marzo del 1922 come risultato di un percorso spirituale Usui entra in contatto con Reiki e comprende come utilizzarlo quale strumento di crescita personale, evoluzione spirituale ed auto guarigione, nel corso della sua vita trasmette i suoi insegnamenti ad oltre duemila persone e inizia 17 Maestri. Da qui in poi si attribuiscono metodi diversi ai diversi modi di praticare ed intendere Reiki.  Sorgono così tante forme di insegnamento che sembra quasi impossibile menzionarle tutte. Qualsiasi nome aggiuntivo venga dato al Reiki l’essenza rimane identica: fu scoperto da Usui e tramandato ai suoi Allievi in tutto il mondo. Ciò che lo rende uno strumento efficace è l’uso corretto di procedimenti e Simboli e ciò che lo rende potente è la qualità della sua ENERGIA.

Che la storia di Usui sia vera o appartenga alla dimensione del Mito poco ci riguarda, la verità è sempre qualcosa di complesso e dinamico e non sminuisce la forza di Usui e l’efficacia del Reiki.  Ogni operatore Reiki che con amore e onestà  pratica questa disciplina attua in modo corretto uno dei doni più grandi ricevuti su questo piano fisico per l’evoluzione spirituale e soprattutto ha sempre presente il proprio personale livello di apertura al cuore.

L’amore muove ogni cosa ed è il motore di tutto l’Universo.

Mariacristina Guardenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *